SMARTFLOWER™

Il primo sistema fotovoltaico All-in-one.

IMPIANTO RESIDENZIALE

Perché scegliere il fotovoltaico per la tua casa.

IMPIANTO COMMERCIALE

Perché scegliere il fotovoltaico per la tua azienda.

AZIENDA

QUANDO GLI ARTIGIANI SPOSANO L’INNOVAZIONE

Siamo degli artigiani con una grande passione: l’ambiente. Crediamo fortemente nel rispetto di ciò che ci circonda e nella sostenibilità, e per questo ci siamo impegnati nella produzione di energia tramite l’impiego di materie prime rinnovabili e naturali.

Siamo giovani, ma il nostro impegno parte da lontano: abbiamo iniziato questo percorso nel 1975 e da allora ci siamo sempre messi in discussione, perché l’innovazione non sta mai ferma.

SERVIZI

INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

Siamo sempre al tuo fianco, assicurandoti la nostra reperibilità 7 giorni su 7. Ti supportiamo in ogni fase, dall’installazione dell’impianto all’iter burocratico.
IMEL_SEZ_02
Riproduci video
PARTNER: LA QUALITÀ AL PRIMO POSTO

ALLA RICERCA DI
NUOVI MODI PER
PRODURRE ENERGIA

Siamo partner commerciali, installatori e rivenditori di partner di cui ci fidiamo totalmente: da SunPower a Tesla, da SolarEdge a Smartflower, garantendoti così solo i prodotti migliori.

EVENTI

GUARDA LE TESTIMONIANZE DI CHI HA FATTO NECESSITA’ VIRTU’ … I NOSTRI CLIENTI SI RACCONTANO.

NEWS

BANDO PER IL COMPARTO AGRICOLO

Il nuovo PNRR da la possibilità di realizzare un impianto fotovoltaico con un incentivo in conto capitale fino al 65% della spesa massima ammessa(€ 250.000,00) con un incremento del 25% per l’imprenditoria giovanile.

Le categorie interessate sono:
– gli imprenditori agricoli
– i coltivatori diretti
– le imprese agro-industriali

Gli obbiettivi perseguiti sono:
– ​contribuire alla produzione di energia da fonti rinnovabili,
– migliorare la  ​competitività delle aziende agricole riducendo i costi energetici,
– sostenere l’installazione di pannelli solari nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale senza consumo di suolo, 
– promuovere la riqualificazione dei tetti delle strutture aziendali (rimozione dell’eternit/amianto e il miglioramento della coibentazione e dell’aerazione),   

Le spese ammesse includono:
– progettazione, asseverazioni  e spese professionali per l’elaborazione e la presentazione dell’istanza
– rimozione e smaltimento dell’amianto, ove presente
– fornitura e messa in opera dei materiali necessari alla realizzazione degli interventi
– demolizione e ricostruzione delle coperture
– installazione di moduli fotovoltaici, inverter, software di gestione, sistemi di accumulo e colonnine di ricarica elettrica
– direzione lavori
– costi di connessione alla rete

Per saperne di più: https://www.politicheagricole.it/

SUPER-BONUS ALBERGHI 80% E CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

Il D.L n. 152 2021 ha introdotto all’interno del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) un credito d’imposta pari all’80% delle spese sostenute per la riqualificazione di strutture alberghiere. Oltre a questo credito di imposta si aggiunge anche un contributo a fondo perduto, svincolato dal tax credit turismo, che può arrivare fino a 100 mila euro.

Gli incentivi potranno essere richiesti per gli interventi eseguiti dal 7 novembre 2021 (data in cui è entrato in vigore il decreto) e per tutti gli interventi avviati dopo il 1° febbraio 2020 e non ancora conclusi alla data del 7 novembre 2021 (entrata in vigore del decreto), fino al 31 dicembre 2024.

Le domande per il bando superbonus alberghi 80% dovranno essere presentante in via telematica a partire dal 28 febbraio fino al 30 marzo 2022 sul sito di Invitalia. Dall’apertura della piattaforma online, le imprese interessate avranno trenta giorni di tempo per presentare l’istanza, attraverso la modulistica presente sul sito di Invitalia.

Gli incentivi saranno attribuiti secondo l’ordine cronologico delle domande (quindi attraverso il Click Day) e previa verifica del rispetto del requisiti oggettivi e soggettivi. Entro 60 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande, verrà pubblicato l’elenco dei beneficiari.

Per il credito d’imposta e il contributo a fondo perduto del Superbonus Alberghi 80% sono stati stanziati:

  • 100 milioni di euro per il 2022
  • 180 milioni di euro per il 2023
  • 180 milioni di euro per il 2024
  • 40 milioni di euro per il 2025

Verrà mantenuta la riserva del 50% dedicata agli interventi volti al supporto degli investimenti di riqualificazione energetica.

QUALI SONO GLI INTERVENTI AMMESSI NEL BANDO SUPERBONUS ALBERGHI 80% 

Il credito d’imposta dell’80% ed eventualmente il contributo a fondo perduto sono riconosciuti alle spese sostenute, comprese spese tecniche di progettazione, per eseguire i seguenti interventi:

  1. Incremento dell’efficienza energetica della struttura con l’installazione di nuovi impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici e muniti di sistema di accumulo, o con l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.
  2. Riqualificazione antisismica.
  3. Eliminazione delle barriere architettoniche.
  4. Restauro oppure risanamento conservativo
  5. Ristrutturazione edilizia
  6. Manutenzione straordinaria
  7. Acquisto di mobili e complementi d’arredo
  8. Componenti di domotica e automazione negli ambienti
  9. Acquisto di porte, infissi e altri serramenti
  10. Investimenti per la digitalizzazione della struttura.
  11. Realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per svolgimento attività termali.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO 50% AGGIUNTIVO

Oltre al credito di imposta dell’80% sulle spese sostenute il Superbonus Alberghi 80% prevede anche un contributo a fondo perduto del 50% sulle spese sostenute che parte da 40 mila euro e può arrivare fino a 100 mila euro nei seguenti casi:

  • Fino ad ulteriori 30 mila euro per spese inerenti alla digitalizzazione ed innovazione delle strutture in chiave tecnologica ed energetica, per almeno il 15% sul totale della spesa.
  • Fino ad ulteriori 20 mila euro nel caso in cui la società abbia una presenza di giovani o donne (variabili e limiti in definizione).
  • Fino ad ulteriori 10 mila euro per le società che hanno la propria sede operativa in: Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania, Puglia, Sicilia, Calabria e Sardegna.

CHI PUO’ RICHIEDERE IL SUPERBONUS ALBERGHI 80% 

Le strutture che possono beneficiare del credito d’imposta e del contributo a fondo perduto sono i seguenti:

  • Strutture alberghiere
  • Strutture che svolgono attività agrituristica (L. 20 febbraio 2006 n.96).
  • Strutture ricettive all’aria aperta.
  • Imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale
  • Compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici e i parchi tematici.

COME UTILIZZARE IL CREDITO FISCALE DEL SUPERBONUS?

Il credito d’imposta per la ristrutturazione alberghiera è utilizzabile esclusivamente in compensazione, ovvero scalandolo dalle tasse dovute, a decorrere dall’anno successivo a quello in cui gli interventi sono stati realizzati.

Ma in caso di incapienza fiscale, quindi nel caso le tasse da versare allo stato siano inferiori al credito fiscale da ricevere con il Superbonus, la Struttura può anche scegliere di cedere questo credito direttamente ad una Banca oppure alle Poste Italiane.

Scegliendo la cessione del credito fiscale, la Banca / Posta si impegna ad acquisire il credito fiscale e pagare la Struttura solitamente entro 2 mesi dalla richiesta, trattenendosi una quota del credito spettante.

Per ulteriori informazioni https://www.imelosasio.it/contatti/

OPERAZIONE 4.1.1 “Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità”


L’ operazione 4.1.1 “Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità” prevista dal bando del 2021 ha dato una nuova possibilità a chi ha tra i progetti aziendali l’installazione di impianti fotovoltaici su stalle e capannoni agricoli:
è infatti previsto un contributo del 40% della spesa a fondo perduto.
Il bando ha lo scopo di migliorare il rendimento globale delle aziende agricole sostenendo l’acquisizione, la costruzione, la ristrutturazione, l’ampliamento e la modernizzazione dei fabbricati e dei relativi impianti.
Il contributo è pari al 40% della spesa ammessa. Il limite minimo di spesa ammissibile ai sensi della Operazione 4.1.1 per le domande presentate è di euro 25.000,00, ridotto a 15.000,00 per le aree di montagna.
Al fine di assicurare la sostenibilità economica degli investimenti finanziati, l’importo massimo di sostegno erogabile a ciascuna azienda beneficiaria in riferimento ad ogni domanda presentata è pari a 5 volte la Produzione Standard dell’azienda medesima, con un massimo di 130.000 euro (150.000 per le Aree C2 e D in considerazione della diversa percentuale di contributo sulla spesa). Il sostegno della operazione 4.1.1 può essere concesso per:

la realizzazione di investimenti collettivi per uso condiviso da parte di più aziende agricole
– gli investimenti riferiti all’attività agricola primaria dalla produzione fino alla raccolta compresa.
Per le domande di sostegno relative alla realizzazione di investimenti collettivi per uso condiviso da parte di più aziende agricole, detti importi massimi di sostegno (130.000 euro di contributo per le Aree ABC1 e 150.000 euro per le Aree C2D) devono essere moltiplicati per il numero delle aziende agricole aderenti all’investimento collettivo, conteggiando un massimo di 4 aziende.

DOMANDE APERTE DAL 15 OTTOBRE 2021 AL 31 GENNAIO 2022

A chi è rivolto in Bando?
Imprenditori agricoli professionali (che inoltre risultino “agricoltori attivi” in base ai dati del fascicolo aziendale), sia persone fisiche che persone giuridiche (società di persone o capitali, società cooperative) titolari di azienda agricola singola.

Come presentare domanda?
Le domande si presentano su SIAP
Per saperne di più:
https://bandi.regione.piemonte.it/system/files/DD%20n.%20873%20del%2012.10.2021%20Approvazione%20bando%20411%20anno%202021.pdf

La IM-EL Osasio è pronta a supportarvi e fornirvi preventivi https://www.imelosasio.it/contatti/
RINNOVO PARCO VEICOLI

RINNOVO PARCO VEICOLI

15 Aprile 2022 News

Dal 2019, la IM-EL Osasio ha iniziato un processo di rinnovamento del proprio parco veicolare,

Leggi tutto