Il decalogo ANIE spiega I vantaggi del fotovoltaico

Anie Rinnovabili, l’associazione che raggruppa le imprese costruttrici di componenti e impianti per la produzione di energia pulita, ha messo a punto un decalogo a dimostrazione della convenienza del fotovoltaico, anche dopo la fine degli incentivi del Conto energia, soprattutto a livello residenziale e anche grazie al bonus fiscale del 50%. Ecco una sintesi del documento scaricabile cliccando qui:

1. IL TUO IMMOBILE VALE DI PIÙ L’aumento dell’efficienza energetica ha come diretta conseguenza la scalata alle lettere che identificano la classe energetica dell’immobile e quindi l’aumento del suo valore commerciale.

2. È UN INVESTIMENTO ACCESSIBILE Gli impianti fotovoltaici sono al giorno d’oggi molto più accessibili a livello economico rispetto a qualche anno fa: si nota infatti un abbassamento dei costi che arriva fino al 75%.

3. GODI DELLA DETRAZIONE FISCALE AL 50% L’installazione di un impianto fotovoltaico residenziale per la produzione di energia elettrica rientra nelle opere di ristrutturazione edilizia residenziale che beneficiano di uno sgravio fiscale pari al 50% delle spese sostenute. Si può godere del bonus con la percentuale attuale fino al 31 dicembre 2015.

4. AMMORTIZZI LE SPESE IN SOLI 5/7 ANNI Il ritorno degli investimenti è notevolissimo: in soli 5/7 anni si può rientrare delle spese sostenute. Tale periodo viene abbreviato grazie all’aumento dell’autoconsumo, che si verifica nella maggior parte nelle ore diurne.

5. IL RISPARMIO È GARANTITO Il fotovoltaico permette una riduzione notevole dei costi in bolletta. In più, proprietario di un impianto fotovoltaico continua a pagare le bollette in misura ridotta all’utility con la quale ha sottoscritto il contratto, ma beneficiando periodicamente delle compensazioni secondo il cosiddetto sistema di scambio sul posto.

6. CONSUMI L’ENERGIA CHE PRODUCI I sistemi di accumulo permettono di immagazzinare l’energia prodotta in modo da poterla utilizzare nei momenti in cui l’impianto non produce energia, ovvero nelle ore notturne.

7. RICHIEDE UNA MANUTENZIONE MINIMA Ad oggi non sono necessari controlli periodici obbligatori. Nel caso si voglia comunque procedere ad attività di verifica del buon funzionamento dell’impianto, sempre auspicabili, la spesa è stimata in circa 100 euro l’anno.

8. RISPETTI L’AMBIENTE E VIVI “GREEN” Oltre a rappresentare un investimento molto vantaggioso in termini economici, è una scelta che rispetta l’ambiente poiché contribuisce a ridurre lo sfruttamento di risorse naturali esauribili e inquinanti e al contenimento delle emissioni di CO2.

9. AIUTI LA DIFFUSIONE DI TECNOLOGIE SEMPRE PIÙ INNOVATIVE ED ECONOMICHE Un processo continuo di ricerca e innovazione, opportunamente incentivato e stimolato da una domanda in crescita, ha portato a un deciso abbattimento dei costi delle tecnologie del fotovoltaico e a prodotti sempre più efficienti al servizio dell’utente.

10. UN PRIMATO POSITIVO Anie Rinnovabili ha recentemente certificato che il parco impianti italiani è il terzo al mondo per dimensioni, alle spalle solo di Germania e Cina, ma prima di colossi quali Usa e Giappone. Nello specifico, nel 2014 a farla da padrone sono stati gli impianti di piccola taglia del settore residenziale (tra i 3 e i 6 kW): è proprio nell’ambito di questa classe che si è registrata la massima potenza installata, pari a 123,6 MWp. Non male per il nostro piccolo Belpaese!